lunedì 23 aprile 2018

UOVA AL TE'




Oggi per  Light and Tasty   parliamo di uova.


Piccolo scrigno ricco di proprietà nutrizionali in sole 70 calorie per un uovo medio.



Le uova sono un’ottima fonte di proteine di alta qualità che contengono tutti gli amminoacidi essenziali per gli esseri umani. Le uova forniscono quantità significative di molti micronutrienti utili  quali: vitamina A, riboflavina, acido folico, vitamina B6, vitamina B12, colina, ferro, calcio, fosforo e potassio.


Ve le propongo in questa ricetta tratta dal libro “The perfect egg” di Teri Lyn Fisher e Jenny Park che ho scoperto con il Club del 27.


Ricetta orientale, semplice come realizzazione, dal sapore particolare e dall’aspetto originale che affascinerà anche i vostri ragazzi se le chiamerete “uova di dinosauro”.







INGREDIENTI

(per 4 persone)


-4 uova grandi

-100 g di salsa di soia

-3 cucchiai di tè Oolong in foglie

-2 fiori di anice stellato

-1 bastoncino di cannella

-la buccia di mezza arancia

-1 cucchiaio raso di zucchero di canna scuro





Far bollire dell’acqua in una pentola che possa contenere tutte le uova.


Con un cucchiaio immergere le uova e riportare a bollore e cuocere per 5 minuti.


Togliere la pentola dal fuoco ed estrarre le uova, tuffatele in acqua fredda fino a quando potranno essere maneggiate.


Con il dorso di un cucchiaio picchiettare il guscio delicatamente per romperlo in più punti.




Nell’acqua della bollitura aggiungere la salsa di soia, le foglie di tè, l’anice stellato, la scorza d’arancia, la cannella e lo zucchero e mescolate bene.




Rimettere le uova nella pentola con l’infuso e scaldare a fuoco medio fino all’ebollizione. Cuocere a fuoco lento per 10 minuti.




Spegnere e lasciare raffreddare. Coprire la pentola e metterla in frigorifero lasciando le uova in infusione dalle 6 alle 10 ore (io tutta la notte).


Prima di servirle toglierle dal liquido e sbucciatele.




Si possono conservare in frigorifero, tolte dal liquido, in un contenitore chiuso, senza togliere il guscio per 5 giorni al massimo.


Sbucciarle solo appena prima di servirle.




Se le volete mangiare calde metterle in una ciotola ancora con il guscio, coprirle con acqua bollente, coprire la ciotola e lasciarle riscaldare 10 minuti e poi sbucciatele e servitele.






Ora tante idee per cucinare con le uova da parte del Team:

Carla Emilia:  Meia desfeita 

Daniela: Egg cloud, l'uovo nuvola 

Elena:    Uova in cocotte con asparagi e speck 

Maria Grazia: Omelette ricotta e rucola 

Simona: Cestini di barba di frate all'acciuga con uova di quaglia e aceto balsamico 

venerdì 20 aprile 2018

SFORMATO DI CRESPELLE RICOTTA E BORRAGINE



Durante una recente vacanza al mare  ho spesso visitato il mercato coperto di La Spezia, una meraviglia per gli occhi e il palato.

Banchi con verdure bellissime e freschissime, alternati a quelli del pesce fresco e a quelli dei prodotti locali.

L’ultimo giorno ho fatto rifornimento acquistando delle cipolle bianche piatte dolcissime, borragine, friggitelli verdi, zucchine tenerissime e bietoline.

Ho utilizzato la borragine per fare il ripieno delle crespelle con le quali ho realizzato uno sformato con una golosa besciamella arricchita da curcuma e cipolle.

E' un ottimo piatto da servire durante le feste.



 
INGREDIENTI (per 4-6 persone)

Crespelle (12 di circa 20 cm)
-250 ml di latte
-150 g di farina bianca
-3 uova
-Un pizzico di sale

Besciamella cipolle e curcuma
-300 ml di latte
-30 g di burro
-30 g di farina
-1 cucchiaino di curcuma
-Sale e pepe
-1 cipolla bianca piatta

Ripieno
-500 g di ricotta asciutta
-4 cucchiai di parmigiano
-1 uovo
-1 mazzo di borragine
-Una grattata di noce moscata
-Sale e pepe

Per preparare le crespelle mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti (oppure in un mixer)  coprire con la pellicola e lasciare riposare 30 minuti circa.


Imburrare un padellino da 20 cm e cuocere la pastella versando un mestolino alla volta e girando la padella per formare un cerchio (2 minuti su un lato e 1 minuto sull’altro). 


Si ottengono  12 crespelle che vanno impilate una sull’altra dividendole con un pezzo di carta forno.

Le potete preparare anche il giorno prima, conservandole in frigorifero coperte con la pellicola (oppure congelarle per averle pronte per ogni uso).

Preparare il ripieno facendo cuocere a vapore la borragine dopo averla ben lavata e pulita conservando le foglie migliori e scartando i gambi, tritarla con il coltello e metterla da parte.

Lavorare la ricotta con una forchetta, aggiungere poi il parmigiano, l’uovo, sale e pepe, una grattata di noce moscata e la borragine tritata. Lavorare l’impasto con un cucchiaio di legno fino a quando sarà omogeneo.



In un padellino mettere la cipolla tagliata a pezzetti piccoli con un cucchiaio di acqua, cuocere a fuoco lento fino a quando sarà bella tenera, aggiungendo se necessario altra acqua. Una volta cotta tritarla fine con il coltello.

Preparare la besciamella sciogliendo il burro, aggiungere la farina e mescolarla con una frusta a mano fino a quando sarà leggermente brunita, aggiungere la curcuma,  una grattata di pepe, 2 pizzichi di sale e il latte bollente, tutto in una volta, mescolando con cura per evitare la formazione dei grumi. 

Lasciare cuocere 5 minuti, aggiungere la cipolla cotta e aggiustare eventualmente di sale.

Rivestire uno stampo da plumcake 25x11 cm con carta forno, mettere sul fondo dello stampo alcuni fiocchetti di burro e poi foderare lo stampo utilizzando 4 crespelle lasciando uscire i bordi.



Formare con le altre crespelle dei cannelloni riempiti con 3 cucchiaiate di ripieno, arrotolarli e disporli all’interno dello stampo formato degli strati ricoperti di besciamella e una spolverata di parmigiano fino a finire gli ingredienti (l’ultimo strato deve essere di besciamella e parmigiano).

 




Richiudere i lembi e appoggiare sulla superficie alcuni fiocchetti di burro.


Mettere in frigorifero per compattare la preparazione (io la faccio il giorno prima e la lascio in frigorifero tutta la notte).

Accendere il forno a 180° e far cuocere 20 minuti circa. 

Lasciare riposare per una decina di minuti.



Rovesciare poi lo sformato sul piatto di portata.



 

Servire dopo averlo tagliato a fette delicatamente con un coltello seghettato.




Se volete semplificare il tutto potete anche semplicemente mettere i cannelloni di crespelle in una teglia e ricoprire con la besciamella alla curcuma e cipolle e cuocere fino a doratura.



mercoledì 18 aprile 2018

GNOCCHI VIOLA CON ASPARAGI E COPPA PIACENTINI #AsparagoPiacentino #AsparagoChePiace



E’ iniziata la stagione degli asparagi e come l’anno scorso ho il piacere di preparare una ricetta utilizzando alcuni prodotti di eccellenza del nostro territorio, ed in particolare gli ottimi asparagi del Consorzio dell'Asparago Piacentino.

Ho pensato ad un primo piatto colorato e con diverse consistenze, morbidi gnocchi su una crema vellutata di asparagi, conditi con punte di asparagi al burro e scalogno, pezzetti di coppa DOP piacentina croccante e cialdine di grana padano.





INGREDIENTI
(per 4 persone)

-700 g di patate miste (patate a pasta viola e patate magenta love)
-200 g di farina bianca 00 (Molino Dallagiovanna)
-1 mazzo di asparagi del Consorzio dell’Asparago Piacentino
-40 g di burro
-1 scalogno piacentino
-4 fette di coppa piacentina DOP
-4 cucchiai di formaggio grana padano DOP


Lavare bene le patate e cuocerle con la buccia a vapore per circa 40 minuti o fino a quando saranno tenere bucandole con una forchetta.


Lavare gli asparagi e passarli con uno spazzolino, farli lessare riuniti in un mazzo  mettendoli in piedi in un pentolino con acqua leggermente salata fino a metà dei gambi per 12 minuti. Spegnere il fuoco e far raffreddare gli asparagi in acqua e ghiaccio, per mantenere il colore, conservando a parte l’acqua di cottura.


Tagliare gli asparagi a tocchetti mantenendo intatte le punte.


In un padellino mettere il formaggio grana e far cuocere fino a quando sarà sciolto e leggermente brunito. Mettere da parte e lasciare raffreddare.


In una larga ciotola passare le patate ancora calde in un passapatate e allargarle con una forchetta per farle intiepidire, salare e aggiungere la farina.



Impastare brevemente fino a quando il composto sarà omogeneo e non si attaccherà più alle dita. Potrebbe essere sufficiente anche meno farina, oppure un poco di più, dipende da quanta ne verrà assorbita dalle patate.


Su un piano infarinato formare dei filoncini spessi poco più di un dito, tagliarli a tocchetti e passarli su un riga-gnocchi leggermente infarinato. Se non avete molto tempo o se preferite, potete anche non rigarli.


Mettere gli gnocchi su un vassoio leggermente infarinato.


Portare ad ebollizione in una pentola abbondante acqua salata.

Tritare finemente lo scalogno e farlo appassire in una padella con il burro fino a quando sarà bello tenero.


Aggiungere nella padella le punte di asparago e farle cuocere un paio di minuti stando attenti a mantenerle croccanti. Toglierle e conservarle al caldo in un piatto coperto con della stagnola.


Nella stessa padella passare il resto degli asparagi con mezzo bicchiere della loro acqua di cottura. 

Lasciare cuocere 5 minuti o comunque fino a quando saranno molto teneri.


Mettere il tutto in un bicchiere alto e con un mixer ad immersione formare una salsa liscia, aggiungendo un poco di acqua di cottura degli asparagi calda se dovesse essere troppo densa. Aggiustare eventualmente di sale e coprirla con un foglio di stagnola per mantenerla calda.

In un padellino far saltare le fette di coppa tagliate a pezzetti fino a quando saranno diventati croccanti.


Far cuocere gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata fino a quando non saranno venuti a galla.

Mettere sui piatti di portata 3 cucchiai di salsa di asparago, scolare gli gnocchi con una schiumarola e appoggiarli sulla salsa, completare con le punte di asparago al burro e scalogno, i pezzetti di coppa croccante e la cialda di grana spezzettata.




 
Con questa ricetta partecipo al concorso ASPARAGO a colazione, pranzo e cena! Promosso dal Consorzio dell’Asparago Piacentino; provaci anche tu.