venerdì 15 aprile 2016



Oggi non vi parlo di ricette, ma di un bellissimo incontro con alcuni ragazzi di una radio di Soragna che si ascolta via web collegandosi al sito radiotape.net e la trasmissione si chiama keep it up!

Sono stata contattata dalla simpaticissima conduttrice Vanessa, che aveva visto le foto della mia torta a forma di bottiglia di Coca-Cola, e ha voluto fare la conoscenza del mondo dei  food blogger.


Non che io abbia molta esperienza, anche per me i blog che parlano di cucina sono sempre stati solamente dei quadernetti di ricette che,  invece di essere scritti su vecchi fogli, 
sfruttavano le nuove tecnologie.

Negli ultimi anni le food blogger, quelle veramente brave e motivate, hanno trasformato le loro competenze in una vera e propria professione (organizzano corsi di cucina, scrivono libri, collaborano a rubriche di cucina per  riviste e trasmissioni televisive, partecipano ad eventi e show cooking, ecc.)

Per me il blog è un semplice passatempo che parla di una delle mie passioni: coccolare chi amo con il cibo.

Così l'intervista si è trasformata in una bella chiacchierata tra amiche davanti ad una tazza di the, assaggiando dolcetti e ascoltando bella musica (mi hanno chiesto anche di scegliere i miei brani preferiti).

Se avete voglia di ascoltarci, ecco il link alla trasmissione.

Vanessa e Milena - si parla di cibo



martedì 12 aprile 2016

GNOCCHI CECI E GRANO SARACENO CON ASPARAGI



Inizia la stagione degli asparagi, cuciniamo questi ortaggi in preparazioni diverse. 
Qui troverete tutte le ricette realizzate delle food blogger piacentine in occasione della giornata nazionale dell'asparago con il prodotto fornitoci dal Consorzio dell'Asparago Piacentino - Asparago che piace
 
Il condimento che ho utilizzato per i miei 5 cereali era abbondante e così l'ho utilizzato anche per questi  gnocchi veramente buoni.

Ingredienti per 2 persone


150 g di farina di ceci
100 g di farina di grano saraceno

1 grossa patata
acqua tiepida q.b.
1 mazzo di asparagi
Uno scalogno
4 pomodori secchi – lamelle di mandorla e semi di girasole leggermente tostati  in padella


Preparare gli gnocchi facendo cuocere la patata con la buccia. Sbucciarla e passarla calda nello schiacciapatate in una ciotola, aggiungere sale,  le due farine e acqua tiepida, se necessaria,  fino a formare un impasto compatto e morbido.
Coprire con pellicola e lasciare riposare 30 minuti.

Preparare il sugo facendo lessare gli asparagi, dopo averli ben lavati e puliti fregandoli con uno spazzolino, in una pentola stretta con i bordi alti  in acqua leggermente salata per circa 12 minuti.

Tuffare in acqua i pomodori secchi (oppure usare quelli sott’olio) e poi farli a pezzetti.

Tagliare a pezzetti i gambi degli asparagi (conservando le punte) e una parte metterli in padella con uno scalogno tritato e i pezzetti di pomodoro. L’altra parte frullarli con poca acqua di cottura fino a formare una bella crema liscia, aggiustando di sale.

Riprendere l’impasto e fare delle bisce di circa 1 cm, tagliare a tocchetti e rigarli passandoli su una forchetta.
Cuocerli in abbondante acqua bollente salata fino a quando saranno venuti a galla.

Buttarli in padella con gli asparagi a pezzetti,  aggiungere la crema, le lamelle di mandorla e i semi di girasole.



 

CREPES AGLI ASPARAGI



Ieri era la giornata nazionale degli asparagi e 11 food blogger piacentine hanno realizzato le loro ricette con gli asparagi gentilmente forniti dal  Consorzio dell'Asparago Piacentino.

Oggi voglio proporre delle morbide e golose crespelle che possono anche essere preparate prima e congelate e poi cotte in forno quando vorrete servirle.

Ingredienti per 10 crespelle
180 g di farina
3 uova
300 ml latte
sale – burro

Con gli ingredienti fare una pastella morbida e lasciarla riposare per circa 30 minuti.
Scaldare una padella da 18-20 cm. e ungerla con poco burro, versare un mestolino di pastella e cuocere la crespella su entrambi i lati. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.

                                                                Ingredienti per il ripieno
400 ml di latte

40 g di farina
50 g di burro
2 manciate di grana padano grattato
Una grattata di noce moscata
Un mazzo di asparagi


Cuocere gli asparagi dopo averli ben lavati e fregati con uno spazzolino, legati e con le punte in alto, per circa 10 minuti, scolare e lasciare intiepidire.
Fare una besciamella con burro, farina e latte. Aggiungere una grattata di noce moscata e una manciata di grana.
Tagliare gli asparagi a pezzetti e tenere da parte le punte.


Sporcare una teglia con qualche cucchiaio di besciamella e tenerne da parte qualche cucchiaiata (servirà per gratinare le crespelle).
Unire gli asparagi al resto della besciamella e con questo composto farcire le crespelle, ripiegare i due lati e metterle nella teglia.
Mettere il resto della besciamella sulle crespelle allineate nella teglia e le punte degli asparagi, spolverare con il grana grattato.




Cuocere a 180° per circa 15 minuti accendendo il grill negli ultimi 5 minuti.
 













lunedì 11 aprile 2016

5 CEREALI CON ASPARAGI


Grazie all'iniziativa del Consorzio di Tutela e Valorizzazione dell'Asparago Piacentino , una concreta realtà del nostro territorio fertile e produttivo, vero esempio di filiera corta, che gentilmente ha fatto omaggio alle Food Blogger Piacentine, di un delizioso mazzo di asparagi , ho avuto il piacere di realizzare questa ricetta.





Ingredienti per 4 persone
320 g di miscela con 5 cereali
1 scalogno
1 mazzo di asparagi  del  Consorzio Asparago Piacentino

4 pomodori secchi
Brodo vegetale  (cuocere per 30 minuti cipolla, sedano e carote in 1,5 l d acqua salata)
Grana padano grattato
Mandorle a lamelle

Tuffare in acqua bollente, per qualche minuto, i pomodori secchi e poi lasciarli asciugare su carta cucina (oppure usare quelli già sottolio). Tagliarli a pezzettini.

Lavare gli asparagi fregandoli bene con uno spazzolino e tagliare un poco il gambo pareggiandoli, legarli e metterli in una pentola stretta con i bordi alti e cuocerli in acqua leggermente salata per circa 12 minuti.


Rosolare lo scalogno in olio extra vergine, aggiungere i cereali, tostare per circa 5 minuti.  Aggiungere il brodo bollente un mestolo alla volta come per un normale risotto.

Tagliare a pezzetti i gambi degli asparagi, una parte (quella più tenera) aggiungerla ai cereali  unitamente ai pezzetti di pomodoro, il resto  frullarlo con un poco di brodo fino a formare una bella crema e tenere da parte, così come le punte. 

Portare a cottura il risotto (ci vorranno circa  15 minuti).

Tostare leggermente le mandorle in un padellino.

Mantecare fuori dal fuoco con 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva e grana padano. 

Servire mettendo sul fondo del piatto la crema d’asparago e decorare con le punte e le lamelle di mandorle.

Accompagnare con un buon Ortrugo fresco @StradaViniSaporiColliPiacentini






Questo piatto partecipa alla giornata nazionale degli asparagi indetta dall'AIFB Associazione Italiana Food Blogger.  Questa iniziativa, è volta a sostenere e promuovere il cibo italiano e i suoi ingredienti. 





Inoltre, voglio ringraziare Daniela Boscariolo ambasciatrice della giornata dedicata agli asparagi  http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/ - http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/giornata-nazionale-dellasparago/


Qui di seguito troverete la lista dei punti vendita e dei produttori dove potrete acquistare gli asparagi del Consorzio Piacentino

Questo invece è l'elenco dei ristoranti aderenti alla rassegna gastronomica che durerà fino alla prima settimana di giugno e che culminerà il 7 e 8 maggio con la festa provinciale di Pontenure  



giovedì 7 aprile 2016

TORTA TIRAMISU'



Ingredienti per una torta per 12 persone

Un pan di Spagna (preparato con la ricetta che preferite)

Una scatola di lingue di gatto (oppure se preferite di savoiardi). Le lingue di gatto  aggiungono una piacevole nota croccante al dolce morbido.



500 g mascarpone

200 g zucchero

70 g acqua

4 albumi

5 tuorli

½ tavoletta di cioccolato  al gianduia (oppure fondente)

Bagna preparata con: 6 tazzine di caffè espresso, 100 gr. di acqua, 50 gr. di zucchero

Le decorazioni che preferite (io ho usato degli amarettini e delle meringhette)

Preparare il pan di Spagna il giorno prima e conservarlo avvolto nell’alluminio.

Preparare la crema con le uova pastorizzate utilizzando  il seguente metodo: cuocere fino a 121° lo zucchero e l'acqua (se non avete il termometro far bollire per 3 minuti).

Montare a neve l'albume e nel frattempo unire una parte di sciroppo bollente, continuando a montare fino a quando il composto non si sarà raffreddato. 
A parte montare i tuorli con il resto dello sciroppo bollente (controllare la temperatura dello sciroppo e se è scesa, riportare a 121°) fino al raffreddamento. Aggiungere il mascarpone con una spatola e poi gli albumi. Mettere la crema in frigorifero coperta con pellicola per almeno 1 ora.

Tagliare il pan di spagna in tre strati.
Porre il primo strato in un cerchio da pasticceria  (si può usare anche il cerchio apribile di una normale tortiera senza il fondo)  appoggiato direttamente sul piatto di portata, e bagnare bene con la miscela di caffé.
Mettere un terzo della crema. Altro strato di pan di spagna bagnato con il caffè, altra crema, altro pan di spagna bagnato.

Mettere il tutto in frigo.

Sciogliere a bagnomaria (oppure al microonde) la ½ tavoletta di cioccolato e aggiungerlo alla crema di mascarpone rimasta. Mettere in frigo per far compattare la crema.

Riprendere la torta e decorare lo strato superiore mettendo la crema al cioccolato in un sac a poche con la bocchetta e stella. Rimettere tutto in frigo.

Dieci minuti prima di portare in tavola togliere la torta dal frigo. Togliere il cerchio apribile, appoggiare le lingue di gatto (o i savoiardi) sul bordo premendo leggermente, decorare a piacere.

Mettere intorno alla torta un nastro  che aiuterà le lingue di gatto a restare al loro posto.