lunedì 11 aprile 2016

5 CEREALI CON ASPARAGI


Grazie all'iniziativa del Consorzio di Tutela e Valorizzazione dell'Asparago Piacentino , una concreta realtà del nostro territorio fertile e produttivo, vero esempio di filiera corta, che gentilmente ha fatto omaggio alle Food Blogger Piacentine, di un delizioso mazzo di asparagi , ho avuto il piacere di realizzare questa ricetta.





Ingredienti per 4 persone
320 g di miscela con 5 cereali
1 scalogno
1 mazzo di asparagi  del  Consorzio Asparago Piacentino

4 pomodori secchi
Brodo vegetale  (cuocere per 30 minuti cipolla, sedano e carote in 1,5 l d acqua salata)
Grana padano grattato
Mandorle a lamelle

Tuffare in acqua bollente, per qualche minuto, i pomodori secchi e poi lasciarli asciugare su carta cucina (oppure usare quelli già sottolio). Tagliarli a pezzettini.

Lavare gli asparagi fregandoli bene con uno spazzolino e tagliare un poco il gambo pareggiandoli, legarli e metterli in una pentola stretta con i bordi alti e cuocerli in acqua leggermente salata per circa 12 minuti.

Rosolare lo scalogno in olio extra vergine, aggiungere i cereali, tostare per circa 5 minuti.  Aggiungere il brodo bollente un mestolo alla volta come per un normale risotto.

Tagliare a pezzetti i gambi degli asparagi, una parte (quella più tenera) aggiungerla ai cereali  unitamente ai pezzetti di pomodoro, il resto  frullarlo con un poco di brodo fino a formare una bella crema e tenere da parte, così come le punte. 

Portare a cottura il risotto (ci vorranno circa  15 minuti).

Tostare leggermente le mandorle in un padellino.

Mantecare fuori dal fuoco con 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva e grana padano. 

Servire mettendo sul fondo del piatto la crema d’asparago e decorare con le punte e le lamelle di mandorle.

Accompagnare con un buon Ortrugo fresco @StradaViniSaporiColliPiacentini






Questo piatto partecipa alla giornata nazionale degli asparagi indetta dall'AIFB Associazione Italiana Food Blogger.  Questa iniziativa, è volta a sostenere e promuovere il cibo italiano e i suoi ingredienti. 





Inoltre, voglio ringraziare Daniela Boscariolo ambasciatrice della giornata dedicata agli asparagi  http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/ - http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/giornata-nazionale-dellasparago/


Qui di seguito troverete la lista dei punti vendita e dei produttori dove potrete acquistare gli asparagi del Consorzio Piacentino

Questo invece è l'elenco dei ristoranti aderenti alla rassegna gastronomica che durerà fino alla prima settimana di giugno e che culminerà il 7 e 8 maggio con la festa provinciale di Pontenure  



12 commenti:

  1. Ottimo questo piatto, molto gustoso :)
    Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Delizioso contributo!!!!Complimenti è una ricetta veramente invitante!!

    RispondiElimina
  3. davvero delizioso questo piatto...e l'aggiunta del pomodoro secco la trovo molto interessante! un bacione e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, provalo è veramente gustoso. Un bacione anche a te

      Elimina
  4. Bellissimo anche questo piatto. Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila, è un piatto facilissimo ma veramente gustoso

      Elimina
  5. Ecco un altro piatto che mi piace molto! cereali e verdure, cibi della salute, caspita voi piacentine avete preparato delle ricette bellisisme con gli asparagi e mi avete fatto venire voglia di lasciare per un attimo i miei asparagioni bassanesi per provare i vostri! Grazie del contributo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela e ancora complimenti per il tuo bellissimo post sull'asparago, veramente ben fatto. Gli asparagi piacentini hanno un sapore veramente particolare e delicato, non ti resta che provare!

      Elimina
  6. Cara Milena, un piatto che mi fa gola. L'uso dei pomodori secchi è un particolare che credo faccia la differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Glo, gentilissima. Avevo ancora una busta di pomodori secchi souvenir dell'ultima vacanza in Sicilia e ho voluto inserirli ed effettivamente hanno dato alla preparazione una marcia in più.

      Elimina