mercoledì 23 maggio 2018

TORTINO DI ALICI E PATATE TRE COLORI



Questo è il classico tortino di alici e patate, in una versione leggera e colorata data dalle patate di diverse qualità e passate con lo schiacciapatate.

Si prepara velocemente e richiede solo 15 minuti di cottura in forno.




INGREDIENTI
(per 4 persone)

-250 g di alici pulite
-3 fette di pancarré senza crosta (o altro pane anche vecchio, ma non troppo secco)
-1 cucchiaio di prezzemolo tritato
-1 spicchio di aglio
-2 patate medie gialle
-2 patate medie rosa (Magenta love)
-2 patate medie viola


Per prima cosa lessate a vapore le patate con la buccia ben lavata fino ad averle belle tenere.




Tritate le fette di pane senza crosta con il prezzemolo e l’aglio.

Accendere il forno a 180°.

In una pirofila oliata fare uno strato di alici, salare leggermente e cospargere con la miscela di pane e aggiungere un filo d’olio evo.



Prendere 1 patata gialla e passarla in uno schiacciapatate direttamente sulle alici e fare la stessa cosa con 1 patata rosa ed una viola.




Salare e cospargere con la miscela di pane e condire con un filo d’olio evo.

Schiacciare sopra le alici le patate rimanenti e cospargere con la miscela di pane, sale e un filo d’olio evo.




Cuocere in forno per circa 15 minuti fino a che si sarà formata una leggera crosticina sulle patate.




Servire caldo.

Un piatto molto digeribile e sfizioso.




lunedì 21 maggio 2018

INDIVIA E RADICCHIO CON FORMAGGIO QUARK E FRUTTA SECCA



Questa settimana in  Light and Tasty   ci occupiamo di insalate amare.

Indivia, radicchio, cicorie tutte altamente depurative perché aiutano il fegato a drenarsi ed evitare l’accumulo di grassi.

Contengono poche calorie (circa 15-20 per 100 g di prodotto) e contengono vitamine A e C, folati, vitamine del gruppo B (che hanno azione anti fame) e soprattutto fibra, indispensabile per facilitare il transito intestinale.

Tra i sali minerali contenuti nelle insalate amare, troviamo una buona quantità di calcio e di potassio e un basso contenuto di sodio: quindi le indivie sono diuretiche e combattono la ritenzione idrica.

Ho voluto preservare queste proprietà riempiendo queste sane foglie con un formaggio fresco ed erbe aromatiche con la semplice aggiunta di un poco di frutta secca.

 




INGREDIENTI
-1 gamba di insalata belga
-1 gamba di radicchio rosso (piccolo)
-150 g di formaggio fresco tipo quark (senza grassi)
-1 gamba di basilico
-1 cipollotto dolce fresco
-2 cucchiai di frutta secca mista (mandorle-noci)
-1 limone



Lavare bene le insalate e sfogliarle tenendo le foglie più belle e concave.

Tritare finemente il basilico e il cipollotto e mescolarli con il formaggio, aggiungendo una spruzzata di succo di limone, 2 pizzichi di sale e una macinata di pepe (assaggiare e regolare gli ingredienti secondo il vostro gusto).

Tritare grossolanamente la frutta secca.




Riempire le foglie con la crema di formaggio e spolverare con la frutta secca.

Servire subito oppure conservare il frigorifero coperto da pellicola.

Nel caso non lo consumiate subito consiglio di conservare la frutta secca e la crema di formaggio coperta da pellicola o in contenitore ermetico e riempire le foglie di insalata poco prima di servire e aggiungere poi la frutta secca.




Una semplice insalata che preparerete in pochi minuti, ottima nelle giornate più calde.




Qui trovete tutte le ricette del Team:

Carla Emilia:  Polpo con insalate amare 

Daniela:     Insalata di riso venere con rucola e mango 

Elena:        Indivia gratinata allo speck 

Maria Grazia: Indivia belga alla puttanesca 

Simona:     Zuppa tiepida di cicorietta, cannellini e detterini 





mercoledì 16 maggio 2018

CROSTATA CON MARMELLATA DI ARANCE E FRUTTO DELLA PASSIONE



Grazie al Club del 27 ho scoperto le vere marmellate di agrumi e ne ho realizzate di due tipi, entrambi buonissimi.

Ho anche realizzato la crostata di Anna del Colle che ho trovato deliziosa e ho voluto riproporre cambiando forma e decorazione.




INGREDIENTI
(per una tortiera da 35 x 12 circa con fondo rimovibile)

-250 g di farina 00 + quella necessaria per stenderla
-100 g di zucchero a velo
-La buccia grattugiata di mezzo limone
-150 g di burro a temperatura ambiente
-1 uovo grande + 1 tuorlo

Per il ripieno:

-100 g di mandorle scottate e pelate
-1 mela aspra (tipo Granny Smith)
-8 cucchiai della vostra marmellata preferita, io ho utilizzato quella di arance dolci e frutto della passione la cui ricetta troverete QUI.
-La buccia grattugiata di mezzo limone
-1 uovo piccolo sbattuto per spennellare

Versare la farina in una ciotola, setacciare lo zucchero a velo e aggiungere la buccia di limone e mescolare.

Tagliare il burro a pezzi e aggiungerlo alla farina e con la punta delle dita strofinarlo nella farina e nello zucchero. Sbattere l’uovo e il tuorlo e aggiungerli all’impasto.

Mescolare con un cucchiaio e poi velocemente con le mani fino a formare una palla.

Io ho impastato il tutto velocemente in planetaria con la frusta a K.

Avvolgere l’impasto  in pellicola alimentare e far riposare per almeno 30 minuti in frigorifero.




Se volete prepararla il giorno prima, la pasta sarà più friabile una volta cotta, ma occorre riportarla a temperatura ambiente prima di stenderla.

Stendere l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e rivestire la teglia  rifilando i bordi.




Cospargere il fondo con le mandorle, dopo averle tostate leggermente in padella, tritate grossolonamente.

Pelare e togliere il torsolo alla mela e grattugiatela, mescolarla con la buccia grattata di mezzo limone e mettetela nel guscio di pasta sopra le mandorle, aggiungere per finire la marmellata.


Spennellare i bordi con l’uovo sbattuto e poi utilizzate la pasta rimanente per formare le decorazioni.


 
Io ho usato degli stampini ad espulsione a forma di foglie, ma vanno benissimo anche le classiche strisce incrociate, spennellare leggermente tutti i decori con l’uovo sbattuto.

Mettere la crostata in frigorifero per 20 minuti.

Accendere il forno a 180° ventilato (oppure a 200° statico).

Infornare la crostata posizionandola su una teglia calda (o sulla leccarda del forno) per 35 minuti, o fino a quando sarà bella dorata.

Sfornarla e lasciarla intiepidire per 20 minuti prima di sformarla e lasciarla raffreddare completamente su una gratella.







lunedì 14 maggio 2018

ASPARAGI CROCCANTI CON PECORINO, UOVA MIMOSA E SALSA ALLA SENAPE



Questo lunedì la rubrica di  Light and Tasty   parla di asparagi.

Verdura ipocalorica con sole 24 calorie per 100 g di prodotto, ricca di fibre, acido folico, fosforo, calcio e cromo utile a diminuire i livelli di glucosio nel sangue.

Gli asparagi sono ricchi di antiossidanti favorendo la lotta all’invecchiamento, diuretico naturale, aiuta a regolare la pressione e proteggere il cuore.

Nella provincia di Piacenza, abbiamo un Consorzio dell’Asparago Piacentino molto attivo sul territorio che tutela e promuove la produzione ed il consumo di questo ortaggio con molte iniziative che trovate sulla loro pagina.

Ho pensato di proporli con formaggio pecorino e uova, un piatto semplice, arricchito da una salsina di senape e yogurt dal sapore deciso e che evita l’utilizzo di sale.




INGREDIENTI
(per 3 persone)

-1 mazzo di asparagi
-100 g di pecorino di media stagionatura
-3 uova
-1 cucchiaio di senape con i semi
-1 cucchiaio di yogurt greco
-1 limone


Cuocere le uova per 10 minuti dal bollore dell’acqua e poi raffreddarle in acqua.

Tagliare l’estremità finale degli asparagi e lavarli bene strofinandoli con uno spazzolino.

Lessarli in acqua leggermente salata per 8 minuti dal bollore.

Tagliare il formaggio a scaglie.

Preparare la salsina mescolando un cucchiaio di senape con un cucchiaio di yogurt greco e qualche goccia di limone (assaggiare e regolare le quantità secondo il vostro gusto).


Nel piatto di portata adagiare gli asparagi, aggiungere il formaggio, le uova con l’albume tagliato a pezzetti ed il tuorlo schiacciato con la forchetta.

Aggiungere la salsina che porterete poi a tavola per eventuali aggiunte dei commensali.




E ora vediamo tutte le altre ricette della amiche del Team:

Carla Emilia:  Polpette con salsa di asparagi 

Daniela:       Torta salata con asparagi e caprino 

Elena:          Tagliatelle al sugo di asparagi 

Maria Grazia: Quinoa rossa con asparagi e formaggio dolce 

Simona:       Fesa di tacchino con papaya, asparagi e anacardi